PRESENTA:




 



visita il sito La Lionetta


MUSICHE DI PAROLE

CAFE' KAFKA, ovvero.... Quattro musicisti provenienti da diverse esperienze musicali ( dal jazz all'ethno, dalla musica sudamericana alla banda) e già partecipi dell'ultima formazione de La Lionetta, gruppo storico del folk progressivo. E che de La Lionetta recuperano quella parte di repertorio più connotata alla canzone d'autore che ha caratterizzato gli ultimi periodi della band torinese.

Proprio nell'ambito della canzone d'autore CAFE' KAFKA colloca la sua evoluzione artistica che, da radici etniche approda a una rappresentazione più "di parola" che sfiora i confini del teatro canzone.

L'universo che abita il Cafè Kafka è costellato da un'umanità variopinta ed eterogenea, formata da personaggi a volte stralunati e surreali, altre volte tragici e concreti, che muovono i loro passi dentro storie, per reali o fantasiose che siano, comunque cariche di ironia, di disincanto e di poesia: lupi mannari che non accettano la loro natura, scarafaggi parlanti, sciamani di provincia, clandestini accalcati ad una qualche frontiera, vecchi marinai che confondono i troppi porti, e i tanti amori; la rabbia di un giorno di rivolta o la rassegnata quotidianità di una vita "normale".

Le atmosfere e le immagini variano in continuazione di brano in brano, rincorrendosi in un vorticoso "calembour" di stili e sonorità, il loro carattere è spesso giocoso, ricco di citazioni, di suggestioni e proprio per questo, mai scontato. Anche lo sporadico uso del dialetto e un modo per ampliare le possibilità espressive e sottrarsi alla retorica.

La chiave di volta su cui si regge l'intero spettacolo è l'intreccio ironico tra realtà e metafora, rappresentati con una carica interpretativa che va oltre la semplice esecuzione dei brani. Cosa che ha permesso al gruppo di esibirsi con successo anche in rassegne a spiccata connotazione teatrale.

La musica del Cafè Kafka assume così una connotazione fortemente personale, nell'odierno panorama della canzone d'autore, in cui suoni antichi e moderni si miscelano in una personalissima alchimia dando vita ad un sound meticcio al di fuori dei cliché più consueti.